Stefano Milonia

Versione stampabilePDF version

Stefano Milonia (Roma 1990) ha frequentato i corsi dell'università di Paris III – Sorbonne Nouvelle (2011-2012) e si è laureato in Lettere nel 2012 presso la facoltà di Scienze Umanistiche  della Sapienza con una tesi in Filologia e Linguistica Romanza (Riccardo Cuor di Leone, Ja nus hon pris ne dira sa raison. Edizione Critica, relatore prof. Paolo Canettieri). 

Nel 2014 ha vinto una borsa di studio presso l'Université Toulouse II – Jean Jaurès “Le Mirail” per completare la tesi magistrale con la tutela del prof. Dominique Billy.
 
Nello stesso anno ha conseguito la laurea magistrale in Scienze del Testo con la tesi Rime e rimanti: intertestualità e musica nei trovatori (relatore prof. Paolo Canettieri, correlatore prof. Roberto Antonelli, correlatore aggiunto prof. Dominique Billy).

Dal 2014 al 2018 ha frequentato il dottorato in Scienze del Testo del Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali della Sapienza di Roma, in cotutela con l'École Pratique des Hautes Études di Parigi, con una tesi dal titolo Il trovatore Peirol d'Alvergne: edizione critica delle canzoni e vers d'amore con musica (direttori di tesi Paolo Canettieri e Fabio Zinelli).
 
Tra il 2015 e il 2016 è stato Visiting Student e presso l'Università di Cambridge e supervisor per il King's College.

Nel 2016 è stato Ingénieur d'études per il CNRS presso l'Université Toulouse - Jean Jaurès, per l'edizione digitale delle melodie del manoscritto trobadorico R (BnF fr. 22543), nell'ambito del progetto TMAO (Trésor Manuscrit de l'Ancien Occitan).

Nel 2017 ha tenuto lezioni di letteratura europea e di linguistica romanza presso l'Università Carlo Bo di Urbino.
Nel 2018 ha tenuto lezioni di filologia romanza presso l'Università di Roma - Sapienza.

Attualmente è Visiting Scholar presso la facoltà di Modern and Medieval Languages all'Università di Cambridge. 

Nell'ambito del Laboratorio di Lirica Medievale Romanza è responsabile della sezione Trovatori e della sezione Musica.  
 
 
Pubblicazioni: 
Monografia:

 

Articoli:

 
Recensioni: 
  • Recensione a I libri che hanno fatto l'Europa: manoscritti latini e romanzi da Carlo Magno all'invenzione della stampa. Biblioteche Corsiniana e romane. Catalogo a cura di Roberto Antonelli, Nadia Cannata, Michela Cecconi, Emma Condello, Marco Cursi, Maddalena Signorini, Roma, Bardi, 2016, in «Linguæ &», 1/2018, pp. 89-93.
 

In corso di stampa:

  • (in collaborazione con Elisa Verzilli) Tradizione testuale e tradizione musicale nelle liriche del Castellano di Coucy, in the Philologie et musicologie. Des sources à l’interprétation poético-musicale (XIIe-XVIe siècle), Paris : Garnier.